16 aprile 2018

Giorgio Fracalossi presidente di Cassa Centrale Banca ha incontrato i vertici di Banca Suasa a Senigallia

Giorgio Fracalossi presidente di Cassa Centrale Banca ha incontrato a Senigallia , l’avvocato Maurizio Minucci e Giorgio Tonelli, rispettivamente presidente e direttore generale di Banca Suasa, in vista della conclusione dell’importante riforma del Credito Cooperativo.

Il presidente di Banca Suasa, l’ avvocato Maurizio Minucci, durante le Assemblee locali dei soci svolte alla fine del 2017 aveva già presentato il progetto di ‘autoriforma’ fornendo importanti informazioni sulla scelta intrapresa da Banca Suasa di aderire al gruppo bancario Cassa Centrale Banca di Trento, principalmente motivata da una forte e decisa volontà di mantenimento della propria autonomia.

<E’ un obbligo di legge, ma è anche una necessità per stare al passo con i tempi – ha detto Giorgio Fracalossi – Negli ultimi anni  – sono dati del 2017 – hanno chiuso 250 banche, prevalentemente locali, coinvolgendo più di 4.000 sportelli e interessando più di 16 mila dipendenti e fra pensionamenti, ricollocamenti e mobilità.

La nostra sfida è mantenere il nostro tradizionale legame con il territorio, rimanendo efficaci in un mondo che è sempre più piccolo e interconnesso. Dobbiamo mantenere la capacità di integrare le analisi compiute con gli algoritmi, attraverso la conoscenza profonda dei nostri clienti, che deriva dal conoscerne la storia personale e quella della loro impresa.

Allo stesso tempo dobbiamo fronteggiare la competizione con i colossi mondiali che investono milioni di euro nei processi informatici e nelle piattaforme web.

Nelle previsioni, la Cassa Centrale Banca sarà la capogruppo di oltre 100 Bcc, avrà 7 miliardi di patrimonio che pongono il gruppo all’ 8° posto in Italia, per attivo, ed al 1° posto per solidità patrimoniale.

Mettersi insieme combinerà una dimensione di tutto rispetto a livello  nazionale, con la conoscenza e la competenza dell’analisi puntuale e locale tipiica delle Bcc>, ha concluso il presidente di Cassa Centrale Banca.

L’avvocato Maurizio Minucci presidente di Banca Suasa ha espresso la volontà di essere presente sul territorio marchigiano, avendo già aderito al medesimo gruppo, le Bcc di Civitanova Marche e Montecosaro.

L’iter della riforma delle Bcc è arrivato in questo 2018 alle sue battute conclusive. Entro il 2 maggio la Banca d’Italia riceverà tutta la documentazione a corredo della richiesta da parte di Cassa Centrale Banca di fare la capogruppo. La banca d’Italia formalizzerà la decisione entro 120 giorni. Dopo di questo ogni singola Bcc dovra indire, entro 90 giorni, l’assemblea straordinaria per le necessarie modifiche statutarie.

<La scelta più ragionevole sarebbe far partire il nuovo corso dal 1 gennaio 2019, così da concludere il bilancio 2018 con il vecchio assetto>, hanno concluso in pieno accordo l’avvocato Maurizio Minucci e il presidente Giorgio Fracalossi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: