30 ottobre 2017

Mutui per cittadini stranieri

Negli ultimi anni la sottoscrizione dei mutui per cittadini stranieri è aumentata moltissimo in Italia. Banca Suasa Credito Coopertivo è stata una delle prime banche italiane a proporre i mutui per cittadini stranieri

Nello spirito della sua tradizione ed in accordo con la sua missione, la Banca Suasa intende favorire l’integrazione degli immigrati, nella convinzione che solo quest’ultima potrà garantire una società aperta, dinamica e sicura.

Per gli stranieri che desiderano fermarsi stabilmente in Italia e acquistare una casa.

Durata massima 20 anni. Importo massimo finanziabile: 80% del valore dell’immobile. Il richiedente deve dimostrare di avere a disposizione il restante 20%.

Requisiti minimi:
– Regolare permesso di soggiorno
– Reddito congruente con la rata del mutuo
– Rapporto di lavoro a tempo indeterminato
– Residenza in Italia da almeno 3 anni
– Residenza in Italia dell’intero nucleo familiare
I punti 4 e 5 sono derogabili, a discrezione della Banca, se il richiedente è suo cliente da almeno un anno.

Per le condizioni contrattuali del prodotto illustrato e per quanto non espressamente indicato è necessario fare riferimento ai Fogli Informativi che sono a disposizione dei clienti anche su supporto cartaceo, presso tutte le nostre filiali.

Su “Salvadenaio info”, Marco Trotta scrive: “La maggior parte delle richieste avviene nel Nord Italia, ad indicarlo è stata Tecnocasa: la crescita delle richieste è aumentata dell’83%, dove il 13% riguarda i cittadini stranieri di altri paesi Europei, più un 4% dedicato a stranieri immigrati in Italia.

Quali cittadini stranieri richiedono i mutui in Italia e perché? Elenco delle richieste di mutuo dai cittadini stranieri, suddivise per percentuale:

Cittadini rumeni, richieste di mutuo aumentate e concesse del 30%.
Cittadini albanesi, richieste di mutuo aumentate e concesse del 16%.
Cittadini moldavi, richieste di mutuo aumentate e concesse del 10%.
Cittadini peruviani, richieste di mutuo aumentate e concesse del 4%.
Cittadini marocchini, richieste di mutuo aumentate e concesse del 3%
Cittadini indiani, richieste di mutuo aumentate e concesse del 2%.

Tra questi cittadini, la quasi la metà predilige un mutuo a tasso fisso (40%), mentre il restante opta per un mutuo a tasso variabile (60%). Gli importi richiesti sono all’incirca di 100.000 euro utilizzati per l’acquisto di una casa o un piccolo appartamento”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: