21 luglio 2017

Storia e Storie delle Cooperative di Fano (1879 – 1939) …

E’ un vero piacere e un onore presentare il bel libro di Giorgio Tonelli, stimato direttore generale di Banca Suasa.

Sant’Andrea di Suasa

Come egli stesso ricorda entrò nella nostra Banca nel 1998 e, in questo impegno quasi trentennale, ha avuto modo di constatare quotidianamente e di persona come nei grandi cambiamenti economici, produttivi e sociali che hanno caratterizzato il periodo che stiamo vivendo, le formule che hanno garantito maggior sopravvivenza sono state o il gigantismo delle imprese che sono state spinte a diventare player mondiali o il faticoso, quotidiano contatto con il proprio territorio e il proprio entroterra, da seguire con cura artigianale.

Al nostro direttore generale è toccato, per scelta di vita consapevole, questo secondo destino fortunato. Appare logico che abbia sentito l’esigenza di andare alla ricerca delle radici di quel tessuto cooperativo che ha caratterizzato le Valli del Metauro, del Cesano e del Misa-Nevola, dalla fine dell’800 fino alla II Guerra Mondiale.

I fatti riportati scrupolosamente da Tonelli avvennero in un contesto e in un periodo che ha visto tutto il movimento cooperativo indicare una via di sviluppo e benessere almeno per tutta l’Italia centrale. Dalla fine dell’800 fino ai giorni nostri, molte cose sono cambiate e questo libro ci permette di apprezzarlo anche se l’essenziale e cioè l’obiettivo di generare ricchezza, da dividere equamente con spirito di giustizia, risulta inalterato ed attuale fino ai nostri giorni.

Stefano Zamagni, ex presidente dell’Agenzia per il terzo settore, esperto di economia e di cooperazione e nominato nel 2013, da Papa Francesco, membro ordinario della Pontificia Accademia delle Scienze, ha affermato in un suo recente studio che dove esista e si affermi la cooperazione, esiste anche in concomitanza un maggior tenore di vita.

Io come presidente della Banca Suasa, mi sento di affermare che oltre un maggior tenore di vita la cooperazione contribuisce anche ad elevare la qualità della vita, sia nella sua dimensione produttiva che in quella sociale ed interpersonale.

‘Storia e Storie delle Cooperative di Fano (1879 – 1939) … e altre storie di imprenditori’, di Giorgio Tonelli, ci invita a guardare indietro per andare avanti. Ci mostra, con totale evidenza e in assenza di qualsiasi retorica, chi furono i protagonisti di imprese agricole, artigianali o di servizi che decisero di prendere in mano il proprio futuro per poi consegnarlo alle generazioni successive.

Il direttore di Banca Suasa consegna questo messaggio nelle nostre mani. Continuerà a trasmetterci i valori autentici della cooperazione principalmente continuando il suo lavoro quotidiano con tutti i soci della nostra Banca e con tutti gli esponenti del mondo che la circonda, ma ci consegna anche un racconto che ha il sapore fresco della cronache e nello stesso tempo il profumo antico di un almanacco, che elencando i giorni passati prefigura i prossimi.

Sono sicuro che la lettura di questo ricco e interessante lavoro del nostro direttore generale, Giorgio Tonelli, ci aiuterà rendere migliore le nostre giornate e a trovare un percorso proficuo per l’impegnativo avvenire.

avv. Maurizio Minucci
Presidente Banca Suasa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: